P2P nel Mondo

 
cablaggi
 
Una premessa:
Peer-to-peer (P2P) o rete paritaria o paritetica, in informatica, è un'espressione che indica un'architettura logica di rete informatica in cui i nodi non sono gerarchizzati unicamente sotto forma di client o server fissi (clienti e serventi), ma sotto forma di nodi equivalenti o paritari (in inglese peer) che possono cioè fungere sia da cliente che da servente verso gli altri nodi terminali (host) della rete. Essa dunque è un caso particolare dell'architettura logica di rete client-server.
Mediante questa configurazione qualsiasi nodo è in grado di avviare o completare una transazione. I nodi equivalenti possono differire nella configurazione locale, nella velocità di elaborazione, nella ampiezza di banda e nella quantità di dati memorizzati. L'esempio classico di P2P è la rete per la condivisione di file (File sharing).
In Microsoft si tende a definire con il termine peer-to-peer una rete di un piccolo gruppo di persone (non più di 10 persone), dove la protezione non costituisce un problema, modalità normalmente conosciuta con il termine gruppo di lavoro, in antitesi alle reti cliente-servente in cui è presente un dominio centralizzato.
Vantaggi e svantaggi sono relativi al tipo di ambiente in cui si decide di installare questo tipo di rete, ma sicuramente si deve tenere presente che:
Non si deve acquistare un server con potenzialità elevate e quindi non se ne deve sostenere il costo, ma ogni computer deve avere i requisiti per sostenere l'utente in locale e in rete, ma anche gli altri utenti che desiderano accedere alle risorse di questo in remoto;
Ogni utente condivide localmente le proprie risorse ed è amministratore del proprio client-server. Questo da un lato può essere positivo per una questione di "indipendenza", ma dall'altro richiede delle competenze ad ogni utente, soprattutto per quel che concerne la protezione;
La velocità media di trasmissione dei dati è molto più elevata di una classica rete con sistema Server / Client, dal momento che l'informazione richiesta da un Client può essere reperita da numerosi Client connessi in modo paritario (ossia "peer"), anziché da un unico server (questo tipo di condivisione diventa tanto più efficace tanti più sono i Client connessi, in antitesi con la rete tradizionale Server/Client, dove un elevato numero di Client connessi riduce la velocità di trasmissione dati per utente);
La sicurezza degli accessi ai client viene gestita localmente su ogni macchina e non centralizzata, questo significa che una rete basata su utenti deve avere lo stesso archivio reimpostato in ogni client.
Aspetti salienti del p2p
Nel mondo il p2p è croce e delizia del web, infatti se da una parte consente lo scambio veloce di dati tra utenti liberandosi dai vincoli dei server centralizzati, dall'altra è ben nota la diffusione di file illegali o, quantomeno, sospetti. Ovviamente non bisogna demonizzare il p2p, ma occorre confidare sull'onestà della maggior parte degli utenti, perchè il p2p è una tecnologia troppo importante per potervi rinunciare
Come linkwireless si dispone al p2p
Linkwireless, essendo coinvolta in primo piano sul lato p2p, non può non offrire una linea che possa mettere i clienti nella condizione migliore di usufruire di tale tecnologia. Grazie alla particolare configurazione dei suoi server, è possibile utilizzare i maggiori programmi di file sharing, infatti Linkwireless mette a disposizione degli accessi speciali (porte) attraverso i cui si può avere un flusso stabile e veloce dei dati, inoltre non vengono utilizzati filtri che bloccano il p2p come invece avviene frequentemente con molti altri provider, con evidenti vantaggi per chi ama questo modo di scambiare dati.
All'atto del contratto il cliente può comunicare a Linkwireless se intende far ricorso al p2p e quindi stabilire le porte che dovranno essere lasciate aperte. E' importante stabilire le porte in modo preciso, questo per permettere interventi mirati in caso di problemi e soprattutto per proteggere l'utente da possibili intrusioni non autorizzate da maleitenzionati